SANTERAMO “INCEROTTATA” NON PASSA A VIESTE

Non sono bastati i circa 60 tifosi al seguito in quel di Vieste, per dare la giusta carica ai ragazzi Santermani.

Girardi Matteo ancora infortunato, Petruzzelli si ferma per problemi alla caviglia nell’ultimo allenamento e Affia alla sua prima gara dopo un lungo stop, non è un buon segnale. Ma Coach Console si gioca tutte le carte in suo possesso.

Si inizia bene con Williams che non perdona dalla lunga distanza e per lui 10 punti su 25 del primo periodo.

Il neo acquisto Affia, riceve sul pitturato e con un bel movimento, spalle a canestro, realizza con un semigancio ad altezze proibitive, portando la Murgia sul + 1 (8-9).

La partenza sprint di Difonzo mette in difficoltà la difesa locale, che nulla può sulla tripla del sorpasso momentaneo (15-17) e time out per i locali. La terza tripla di Williams chiude il periodo sul 25 pari e minipausa.

Nel secondo periodo, riparte forte il Vieste con una tripla, alle fine saranno 12 per un totale di 36 punti dai 6,75. Santeramo si aggrappa con ben 6 liberi consecutivi di Stano e Affia, accorciando lo svantaggio.

Il contropiede di Williams riporta a – 3 i murgiani (40-37). A 15 secondi dal termine, ripartenza veloce del Vieste e canestro con fallo – 6. Rimessa Murgia e palla recuperata dai locali che sulla sirena realizzano la tripla che sancisce il -9 (46-37) e tutti negli spogliatoi. Peccato aver sciupato un -3 in 15 secondi.

Al rientro, Santeramo parte male, troppi errori dalla media e tante palle perse (19 totali) portano il Vieste a + 13.

L’ottima difesa di Affia sotto canestro, fa ripartire il folletto Difonzo che realizza dalla media e successivamente una tripla, si ritorna sul -6 (53-47) e time out locale.

Ma altri errori banali, fanno ripartire il Vieste che dalla lunga non perdona con il suo uomo di punta Dos Santos (27 punti di cui 5 triple) che piegano Santeramo fino al 63-52 e minipausa.

L’ultimo periodo Santeramo crolla vistosamente, la lucidità non è quella iniziale e si arriva al tiro forzato e fuori equilibrio, con poca forza nelle gambe.

I locali ne approfittano e controllano la gara fino alla sirena con il punteggio finale 79-61 che la dicono tutta sui 9 punti dell’ultimo periodo, contro i 25 del primo.

A fine gara, applausi dei tifosi Santermani giunti fino a Vieste in Pullman, per seguire i propri beniamini.

Adesso ci sarà la difficile trasferta di Manfredonia domenica 14 dove, come se non bastasse, anche Leo Girardi zoppica e la sua presenza è in dubbio.

Share on Google Plus