VIESTE CANCELLA IL FATTORE CASA DELLA MURGIA E PORTA LA SERIE A GARA 3

Si va a Gara 3. La Murgia Basket Santeramo non riesce a capitalizzare il fattore casa e cede a un Vieste per lo più impeccabile. La formazione di casa non riesce a rispondere efficacemente alle tre maestose prestazioni di Hoxha (20 punti), Lauriola T. (24 punti e 9 rimbalzi) e Ljubisa (29 punti con il 70% dal campo).

Le due formazioni arrivano alla gara con due mentalità diverse, la prima è forte dell’ottimo risultato conseguito in trasferta e confida nel suo pubblico e nel fattore campo, la seconda vive a pieno il concetto di “win or go home” e lo applica con la massima efficacia nella partita.

Aprono le marcature per Vieste i temutissimi tre: Ljubisa, Hoxha e Lauriola, a cui risponde soltanto un layup di Affia. La gara della Murgia inizia in salita in quanto di fronte al primo mini parziale degli ospiti deve recuperare una situazione di svantaggio per 4 – 12. E’ l’ingresso di Difonzo, infatti, la chiave per sbloccare l’improduttività dell’attacco Murgiano: il playmaker made in Murgia ruba una palla importante ad Hoxha e fornisce un’ottima palla per la schiacciata di Billydee. Successivamente, è ancora Erry a raccogliere il rimbalzo su un tiro di Hoxha e a sparare dalla linea dei tre punti per l’ 11- 14. La Murgia non riesce a ricucire le distanze e subisce ancora le transizioni offensive avversarie, concedendo loro un primo parziale di 16 – 24.

La seconda frazione di gioco vede dei primi minuti a basse percentuali, dove le prime realizzazioni arrivano dopo un minuto e mezzo di gioco con un botta e risposta Dos Santos – Stano/Difonzo e si bloccano ancora per diverso tempo fino a quando Ljubisa e Hoxha portano il Vieste a +10. La Murgia cerca di recuperare terreno ma il Vieste risponde colpo su colpo e con il canestro di Dos Santos allunga il proprio vantaggio a +12. Secondo parziale di 17 – 21 e tabellone che recita 33 – 45.

Il terzo quarto è quello più prolifico dal punto di vista dei punti realizzati. In un parziale totale di 26 – 29 possiamo contare ben 55 punti realizzati, tutti frutto di diverse azioni in contropiede e bombe da dietro l’arco. La Murgia è tenuta in piedi sul fronte offensivo grazie alle continue scorribande di Williams, implacabile nelle sue penetrazioni e autore di una prestazione “da Williams” da 31 punti 8 rimbalzi e 5 assist. Ma tutto ciò non basta per riuscire a conquistare un parziale nel quarto positivo per la Murgia o a diminuire lo svantaggio.

All’inizio dell’ultima frazione di gioco il tabellone recita 59 – 74. La squadra di Coach Console vuole e può provare l’impresa e la rimonta. Una tale prospettiva, però, è negata dalle basse percentuali di realizzazione dei nostri ragazzi e, ancora una volta, dall’ostinata tenacia dei ragazzi di Coach Desantis. Alla Murgia è negata la possibilità di invertire il pronostico e Vieste festeggia l’impresa, il fattore campo, e la prospettiva di una gara 3 molto agguerrita.

Il prossimo passo di questo cammino nei playout ci mette di fronte a una trasferta ostica, lunga e importante per la nostra stagione. I nostri ragazzi non possono e non vogliono sbagliare questa partita e daranno il massimo per portare a casa un risultato positivo per Santeramo. Noi, dirigenza e tifosi, saremo lì con loro, per spingerli tutti insieme verso una coraggiosa prestazione corale e verso la riconferma in Serie C Silver.

Francesco G. Pontrandolfo, social media manager.

Share on Google Plus