LA MURGIA PAGA LE SUE DISATTENZIONI NEL DERBY CON ALTAMURA

Ci siamo lasciati con una Murgia rinata, più concreta nella realizzazione e nella concentrazione che è stata in grado di regalare al Palavitulli i primi due punti di questo campionato.
Ci troviamo oggi, invece, di fronte a una squadra che è un ibrido fra l’incubo vissuto nelle prime giornate di campionato e la gloriosa marcia vincente dell’ultima giornata di Serie C Silver giocata contro Ruvo.

La prestazione dei ragazzi di coach Console si basa su un sistema di contrappesi, che vede da una parte la performance tutta cuore e gambe di Stefano Stano e l’ennesima gara fuori dall’immaginario della C Silver di Billy Dee Williams, e invece dall’altra la frustrazione di Donald Lawes, che non riesce a replicare la precedente impresa dal punto di vista di impatto sulla partita, e la determinante influenza dei lunghi Altamurani, che hanno sfruttato i poco oleati meccanismi di aiuto e i mismatch della Murgia.

I nostri ragazzi fanno una pessima partenza nel Derby della Murgia: primo parziale di 11 – 0 per l’Altamura firmato da Vukovic, Radovic e Monacelli. A sbloccare la situazione ci pensano i gladiatori di questa squadra, il capitano Stefano e BillyDee. Di qui la Murgia si sveglia, è pronta a imprimere il suo gioco su questa partita e lo fa subito con una marcatura inaspettata: il playmaker classe 2000 Cardinale, subentrato al posto di Erry Difonzo, prova con i piedi dietro l’arco il primo tiro della sua partita: la panchina esplode, 3 punti per l’under.

E’ Domenico Barozzi, lungo classe 1989 e canterano del Montepaschi di Siena, il pericolo più grande per la Murgia, costringendo sin da subito Donald Lawes a 3 falli e dettando i tempi del gioco Altamurano in post, realizzando durante la partita la bellezza di 23 punti. La Murgia però rimane sempre in partita e, grazie ai tiri liberi di un fondamentale e granitico Leo Girardi allo scadere, chiude il primo quarto sul 20 – 20.

Il secondo e il terzo periodo di gioco presentano come fattor comune l’assenza della Murgia dal punto di vista realizzativo. Le percentuali di realizzazione sono basse, 17 su 53 tiri da due punti e soltanto 3 di 15 realizzazioni tentate da dietro l’arco, per un 32 % totale contro il 43 % dell’Altamura. I nostri ragazzi soffrono anche i 198 cm di altezza di Barozzi e i 202 di Vukovic, che giganteggiano nei pressi del tabellone e regalano ad Altamura punti facili, rimbalzi e seconde chance in attacco.  La Murgia si regge in piedi grazie all’incubo dei difensori Altamurani, Billy Dee Williams, troppo veloce per i lunghi e troppo forte per i piccoli, e all’incursore Stefano Stano, che recupera tantissimi palloni in difesa e si lancia puntualmente in contropiede. Parziali di 24 – 11 e 19 – 10.

L’ultima frazione di gioco vede il punteggio fermo sul 63 – 41 per Altamura. Per la Murgia non si prospetta alcuna possibilità di rimonta, ma i nostri ragazzi ci credono lo stesso.

La Murgia gode ad inizio quarto del grande contributo di Donald Lawes sotto i tabelloni, a cui però dovrà rinunciare a causa di una scelleratezza della possente ala murgiana: dopo un’infrazione di passi, il giocatore mima un applauso nei confronti dell’arbitro, che prontamente gli fischia un fallo tecnico.
Ma la squadra è solida in difesa e trasforma il perimetro della propria metà campo in una trincea: chiunque voglia passare di lì dovrà vedersela con le leste mani di Erry Difonzo e Stefano Stano, prontissimi poi a riversare ogni recupero in realizzazioni offensive. La squadra sente di poter volare ma anche e soprattutto perché, ancora una volta, BillyDee Williams ha scelto di caricarsela sulle spalle. 21 punti per l’MVP Murgiano a fine gara. Il sogno di rimonta della Murgia però si infrange contro il fattore tempo e, nonostante la buona prestazione nel complesso, la squadra paga le sue disattenzioni e l’Altamura vince questo derby per 77 – 61.

La prossima giornata di Serie C Silver vede il Palavitulli riabbracciare i suoi eroi nel turno infrasettimanale Giovedì 7 Dicembre contro Francavilla, alle 20:30, formazione che galleggia nelle parti alte della classifica e che quindi sarà un avversario ostico per la Murgia.

La squadra confida nel suo pubblico ed è pronta, insieme a voi, a vivere l’ennesima gara carica di emozioni, spinta dal calore e dall’affetto del Palavitulli.

Francesco G. Pontrandolfo, social media manager.

Share on Google Plus