LA MURGIABASKET FA SUO IL “MEMORIAL DOTT. ORLANDO LEONE”

Primi incontri ufficiali per la “nuova” Murgiabasket targata 2016-2017.

Nelle giornate dell’1 e 2 ottobre, presso il PalaVitulli, si è disputata la IX edizione del “Memorial dott. Orlando Leone” dedicato ad una indimenticata e speciale persona del mondo del basket santermano.

Al memorial hanno preso parte 4 società di serie D pugliese: la Murgiabasket, squadra di casa, l’Olympia Rutigliano, la New Basket Lecce e la Nuova Cestistica Barletta. L’evento si è svolto in questo modo: sabato 1° ottobre si sono giocate le due semifinali mentre il 2 ottobre le finali.

Nella prima giornata di gare il Barletta si è imposto sul Lecce per 81-61 mentre la squadra di casa ha vinto al fotofinish contro il Rutigliano per 72-71, con le coronarie dei tifosi messe per l’ennesima volta a dura prova!

In questa due giorni si è iniziata ad intravvedere la rinnovata formazione locale: ci sono  due nuovi americani Dear Delino e DJ Blackmon, c’è il ritorno di Erri Difonzo dopo l’esperienza ad Altamura e si rivede anche Roccangelo Desantis.

 

Murgiabasket – Rutigliano 72-71

 

Nell’incontro col Rutigliano la Murgia parte bene ed in particolare nel secondo tempo si mettono in evidenza i due americani Dear e Blackmon con diverse giocate sia personali che in coppia.

Plastico il tuffo di Blackmon che recupera un pallone a centrocampo con passaggio a Porfido che permette a Matteo Girardi di segnare (21-10).

Il secondo parziale è un monologo santermano, il divario tra le due squadre aumenta in modo vistoso: 25-10, 30-13, anche se verso la fine del parziale gli ospiti recuperano fino al 34-21 grazie soprattutto ai canestri di James.

Nel terzo tempo Santeramo riparte di slancio (40-23, 46-28) con Blackmon in netta evidenza. Matteo Girardi mette il suo sigillo con un tiro da 3 (52-28). L’incontro sembra chiuso.

L’Olympia, invece, di nuovo verso la fine del tempo, recupera parecchio: 52-31, 52-34, 52-38. Il tempo si chiude sul 53-44! La Murgia, nei quattro minuti finali, è apparsa stanca, sconnessa e senza idee oltre che in difesa anche in attacco.

Nel quarto parziale continua la marcia del Rutigliano con contropiedi veloci (53-45, 53-48). Finalmente i murgiani riescono a segnare con Stefano Stano (56-48).

Sotto la regia ed i canestri di un James strepitoso succede l’inverosimile: gli ospiti raggiungono e superano i locali (56-51, 58-56, 58-59). Da rimarcare l’ennesimo tiro da 3 di James, libero di tirare.

Ad un certo punto la Murgia si risveglia e pareggia con Blackmon (61-61). Adesso si lotta punto a punto: Dear mette a segno due liberi (65-64) e si vede anche un buon tiro in elevazione di Blackmon (67-64). Di nuovo avanti gli ospiti (67-68) e di nuovo sorpasso santermano (69-68).

Finale al cardiopalmo: Stefano Stano con i liberi fa 70-68 e ancora da 3 risponde James (70-71)! Time-out dell’allenatore santermano Vito Console.

A mettere la situazione a posto ci pensa Blackmon, 31 i punti a fine partita, con un tiro che va a segno. 72-71 il risultato finale.

 

Domenica 2 ottobre la Murgiabasket ha giocato la finale contro il Barletta mentre per il 3° posto ha prevalso il Rutigliano sul Lecce per 88-81.

 

 

Finale 1° posto: Barletta – Murgiabasket 62- 77

 

Nel primo tempo buona partenza murgiana, una partenza aggressiva. Fin dai primi minuti nel Barletta si mettono in evidenza con i loro canestri  Stephens e Hill.

Verso la conclusione del primo parziale Santeramo allunga (9-13, 11-19) mentre il Barletta cerca spesso il tiro da 3.

Nel secondo quarto Vignola, per la Murgia, segna un bel canestro (13-22). Blackmon schiaccia (13-24). In evidenza ancora Vignola con un ottimo passaggio da dietro le spalle diretto a Dear che segna (13-26). Da rimarcare un gioco a due dei Girardi: Matteo passa a Leo, solo in area, che appoggia nel cesto (13-28). Il Barletta è in panne, è in crisi.

Gli avversari cercano di risalire con i due stranieri (21-32) ma segna ancora Vignola (21-35). I locali riprendono la marcia con Blackmon (21-37, 21-39) e Dear (23-41).

Il tempo si chiude sul 27-44.

Nel terzo quarto Stephens bombarda da 3 (30-44). Dear accompagna nel cesto una palla vagante sul ferro (32-46), Erri Difonzo segna da 2 (32-50). Contropiedi ed errori da una parte e dall’altra.

Ancora a segno il Barletta da 3 (38-50). Il divario tra le squadre si allunga con i canestri di Dear (39-55, 41-58) conditi da una bomba dalla lunga distanza.

Nel quarto tempo Santeramo non riesce a concludere l’azione prima dei 24 secondi per ben due volte. Momento di confusione per la Murgia. Poi Dear va a segno due volte: la seconda grazie ad un passaggio di Desantis (51-70, 53-72).

Gli ospiti vanno a segno, ad un minuto dalla fine, con Hill (57-73) e Stephens (59-73).

L’incontro ed il memorial sono in mano alla Murgiabasket: l’ultimo canestro è dei murgiani con Erri Difonzo che passa a Leo Girardi (62-77). Top score Blackmon con 34 punti. Festa sugli spalti per i tifosi di casa.

Oltre alla Murgiabasket, vincitrice del torneo, sono stati premiati: James, del Rutigliano, come miglior realizzatore con  78 punti; Blackmon, santermano, come miglior giocatore  del “Memorial Orlando Leone”.

E domenica prossima, 9 ottobre, inizia il campionato con l’incontro casalingo contro il Molfetta, alle ore 18.30, presso il PalaVitulli!

 

Vito Silletti

Share on Google Plus