BASKET, SERIE C: A VIESTE UN SUPER LEO GIRARDI

Vieste: Sirena 15, Devita 14, Williams 13, Mirando 6, Neal 3, Pietrafesa 6, Lauriola 5, Vecera 2, Monacis 4, Ruggieri   all. Desantis

Murgia Basket: Porfido, Maiullari, Difonzo 8, Stano S. 7, Laterza, Stano A. 2, Stano D. 4, Petruzzelli 2, Silletti 8, Girardi 10   all. Labarile

Parziali: (18-6; 16-20; 19-7; 15-8) risultato finale 68 – 41.

A Vieste le posizioni in classifica vengono rispettate. I primi due quarti sono piacevoli in un palazzo pieno.

A fermare la corsa della Murgia Basket, mandando fuori tempo i ragazzi, è un tappo nel canestro, dove viene rimbalzata e sputata qualsiasi soluzione costruita a regola d’arte. L’americano Williams è il signore degli anelli, mentre l’MVP della serata è Leo Girardi (classe ’97) con p. 10 e sei rimbalzi. Parziale di 18 a 6.

L’idea di Labarile non è sbagliata: prendersi il ritmo della gara con transizioni spinte all’eccesso. Così Difonzo costringe il Vieste ad inseguire una Murgia Basket che ritrova punti fermi. Le due triple consecutive di Silletti, le penetrazioni di Stano Stefano e i primi gettoni di Leo Girardi mettono regolarità prima del lungo riposo sul 34 a 26, sbagliando purtroppo nell’ultimo 1’08” l’impossibile.

Intanto, giusto per la cronaca, qualcuno della dirigenza e dello staff tecnico vestiano, per dare sale alla partita, dichiara apertamente che per la pochezza degli avversari la partita non ha sapore.

La considerazione sconsiderata e poco rispettosa, che rischia tra l’altro di fare saltare il clima di una serata domenicale allo stato di puro divertimento, nella terza frazione, dà vigore alla Murgia Basket, che a 7’08” vede con il punteggio di 36 a 33 un break di 2 a 7. Neal è nervoso e scivola in forzature assurde.

Coach Desantis per forza di cose chiama il time out e ordina che l’area deve essere pulita in qualsiasi maniera.

La Bisanum inizia a giocare con fisicità esagerata e i ragazzi santermani risentono delle sportellate, abbassano per paura le marce e si segna la prima vera frattura con il parziale di 17 a 0. Questo periodo va archiviato con il 53 a 23.

Negli ultimi 10’ c’è poco da raccontare per entrambe. La sirena chiude il pomeriggio sul 68 a 41.

Domenica 8 Febbraio, alle ore 18:30, al PalaVitulli, lo scontro decisivo contro il Barletta, coinquilina nella classifica. Ci aspettiamo una risposta di presenza notevole, che dovrà spingere i ragazzi alla vittoria.

Share on Google Plus